Home
  Modifiche Console
  Game boy
  Mame
  Mp3
  Pc
  Psx
  Ps2
  Psp
  Master systems
  Megadrive
  Snes
  Nintendo DS
  Nintendo WII
  Xbox
  Xbox 360
  Trucchi-codici
  Emulatori - Roms
  Suonerie
  Gif animate
  Scambio link
  About
  Mappa del sito


  
Tot. visite:



GameBoy
GameBoy Anno 1989
Dimensioni (mm) 195 x 90 x 32
Schermo LCD
Schermo (mm) 43 x 46
Risoluzione 160 x 144
Colori Toni di grigio
CPU 8-bit 6502 (Z80)
Memoria 8 KB (+ 1 KB video)
Audio 4 canali stereo
Cartucce Fino a 4-Mbit
Alimentazione 6V, 0.7W, AA x 4 

GameBoy... il nome è uno di quelli più o meno insensati che tanto piacciono nel Sol Levante, come Famicom, Walkman, PlayStation... e come per questi tre esempi, il successo del GameBoy fu enorme. Per la verità diventare la console portatile più venduta del suo tempo non fu facile per il portatile di casa Nintendo.
I concorrenti erano il Lynx dell'americana Atari ed il GameGear di Sega (l'altro colosso giapponese) ambedue più potenti del tascabile di Yokoi (pensate che il GameGear aveva lo stesso hardware del Master System)... Questi concorrenti mancavano però di quell'equilibrio tra dimensioni, costo e durata delle batterie, che era invece perfettamente calibrato nel GameBoy.
In breve, grazie anche al software di qualità sviluppato da Nintendo e da produttori esterni in numero sempre crescente, la fama dilagò ed il portatile giapponese fu nelle tasche di tutti. Il colore "ufficiale" era un grigio simile a quello del NES, ma verso la fine della sua carriera venne riproposto in vari colori.
Il cavo Game-Link fece la sua comparsa assieme al GameBoy. Curiosamente, l'accessorio poteva collegare fino a quattro console insieme, cosa che non si è più ripetuta fino ai tempi del GameBoy Advance.



GameBoy Pocket
GameBoy Pocket Anno 1996
Dimensioni (mm) 126 x 78 x 22
Schermo LCD TFT
Schermo (mm) 43 x 46
Risoluzione 160 x 144
Colori Toni di grigio
CPU 8-bit 6502 (Z80)
Memoria 8 KB (+ 1 KB video)
Audio 4 canali stereo
Cartucce Fino a 4-Mbit
Alimentazione 3V, 0.7W, AAA x 2 

Dopo sette anni lo hardware del GameBoy rappresentava ancora lo standard per il videogioco portatile. Tuttavia dopo così tanto tempo forse sapeva un po' di vecchio, e le dimensioni sembravano eccessive se paragonate alle nuove tecnologie miniaturizzate... era il momento di proporre al pubblico un nuovo modello: GameBoy Pocket, ovvero "la console che sta anche nel taschino della camicia", come veniva descritta dai manifestini promozionali della GiG (beh, essendo poi stato il mio primo GameBoy, per me è decisamente il migliore!)
La nuova console diminuiva notevolmente nel peso e nelle dimensioni rispetto al predecessore, grazie anche all'alimentazione a due batterie ministilo (anziché quattro batterie stilo, wow!). Il design era semplice e robustissimo, e la levetta che nel vecchio modello impediva di togliere la cartuccia-gioco a console accesa venne eliminata. Lo schermo finalmente fu proposto del tipo anti-riflesso ed il suo fondo non aveva più il terribile colore giallastro del primo modello.
Inoltre la presa Game-Link venne ridotta nelle dimensioni, di conseguenza furono riprogettati anche i cavetti per il multi-player prodotti dopo la messa in vendita del Pocket, non consentendo più le sfide a quattro giocatori.



GameBoy Light
GameBoy Light Anno 1997
Dimensioni (mm) 126 x 78 x 22
Schermo LCD TFT retro-illuminato
Schermo (mm) 43 x 46
Risoluzione 160 x 144
Colori Toni di grigio
CPU 8-bit 6502 (Z80)
Memoria 8 KB (+ 1 KB video)
Audio 4 canali stereo
Cartucce Fino a 4-Mbit
Alimentazione 3V, 0.7W, AA x 2 

L'evoluzione definitiva della console bianco e nero vide la luce nel 1997. Si chiamava GameBoy Light ed era in sostanza come il modello precedente ma... con lo schermo retro-illuminato!
Purtroppo questo modello è poco conosciuto... io stesso non ne ho mai preso in mano uno quindi non saprei descrivervi se, giocandoci, la sensazione provata sia paragonabile a quella di un GameBoy Advance SP "in bianco e nero". Per ovvi motivi legati al maggiore assorbimento di energia dello schermo, l'alimentazione su questa incarnazione tornò ad essere fornita da due stilo normali... per il resto le differenze rispetto alla versione Pocket sono esigue: le scritte "Select", "Start", "A" e "B" non vennero stampate ad inchiostro ma incise (come nel GameBoy Color).

  Vai alla pagina successiva  

Scarica emulatori e roms del gameboy